Digital Training sulle principali piattaforme web: corsi e certificazioni Google, tutorial e guide su Facebook Business, consigli sui libri da leggere in ambito digital, video corsi, corsi sul Marketing e sulla SEO. Per una conoscenza a 360° del mondo digitale!

La rete Ospiti (Guest) Wi-Fi è attiva Ecco cosa controllare prima

La rete Ospiti (Guest) Wi-Fi è attiva Ecco cosa controllare prima

By daniele

Quando abbiamo amici in casa, l’abitudine di lasciare la chiave del nostro Router nelle loro mani è ormai normale. Certo, non è sempre sicuro, e qualche volta la password finisce in mano a gente che non se lo merita. Per questo si è sempre provato di trovare qualche altro mezzo di protezione: magari con il WPS, poi diventato insicuro, fino a finire con i vari cellulari che hanno un codice QR da distribuire giusto per quest’occasione.

Ma nel frattempo è nato anche un altro metodo d’accesso, per ridurre gli ostacoli e i rischi. Questa è la rete Ospiti, ed è una particolare sezione del vostro Router che permette di far entrare chiunque usando però le giuste condizioni.

Ovviamente bisogna anche dire una cosa: ogni Router ha le sue impostazioni tipiche. Non tutti funzionano allo stesso modo, e possono offrire opzioni in più per la rete Ospiti, così come anche funzioni più ridotte.

Per quanto dobbiamo perciò incoraggiarvi a controllare ogni aspetto che riguarda una rete Guest, dobbiamo rimanere alle scelte più essenziali. Ecco perciò tutti i consigli che si possono dare in quest’ambito:

  • Controllate se la criptazione è sempre su un buon livello

Ecco una regola che vale praticamente per tutto, ma anche per la rete ospiti: in fondo questa può funzionare con una criptazione propria. Un buon consiglio è farlo con una criptazione WPA2, ma se il sistema lo permette, usate anche la WPA3. Questo crea naturalmente il “piccolo” ostacolo della password da inserire, ma al giorno d’oggi basta appunto creare un veloce codice QR con un qualsiasi dispositivo aggiornato adeguatamente.

  • Usate un password efficace

Chiaramente, un’altra buona idea è quella di usare la stessa mentalità della rete principale anche con quella ospite. In poche parole, impostate una password piuttosto resistente, cambiandola anche di tanto in tanto. La password non deve essere necessariamente impossibile, ma comunque abbastanza lunga da non essere indovinata immediatamente.

  • Abilitate l’isolamento AP

In certi router si chiama anche isolamento di rete, perciò controllate bene come viene definita questa funzione. Alla fin fine, è sempre una buona idea comunque abilitare l’isolamento dell’Access Point (AP) per un semplice motivo: è per dividere ancor di più la rete ospite da quella principale, per fare in modo che la persona connessa non può trovare anche altre persone sulla stessa rete. Questo può evitare curiosi ed attacchi dispettosi di altri Malware.

  • Usate i controlli parentali

Ovviamente, se volete limitare la visualizzazione di siti specifici (pornografici, pirateria, ect) potete anche usare i controlli parentali, naturalmente specificati per la rete Ospite. In questo modo, la rete principale rimarrĂ  libera per qualsiasi desiderio di navigazione, e quella Ospite sarĂ  sempre disponibile solo per certe ricerche specifiche.

  • Abilitate il QoS

Il Quality of Service può assicurare che gli ospiti presenti nella rete Guest non s’approprino tutto d’un colpo di tutta la banda a disposizione. E’ un ottimo modo per regolare una singola frazione della connessione, senza sacrificarla completamente per l’ospite occasionale. Sicuramente perfetto per chi magari ha la brutta abitudine di scaricare gigabyte di dati nel mentre è connesso alla vostra semplice rete casalinga.

Syrus